Lavaggio dei pannolini lavabili

Pubblicato il : 28/03/2019 17:57:09
Categorie : Pannolini Lavabili

 Lavaggio dei pannolini lavabili

Diversamente da quello che molti pensano, il lavaggio dei pannolini lavabili è piuttosto semplice … anche perché è la lavatrice a svolgere il lavoro per noi. 

1- Stoccaggio a secco

Quando dovete cambiare il vostro bambino, gettate la pùpù nel wc  (gesto che risulta molto più semplice se utilizzate velini raccogli feci, lavabili e non) e mettete il pannolino con il velino lavabile (se lo utilizzate) in un sacco impermeabile (detto wetbag) o rete per il bucato posto all’interno di un secchio di plastica con coperchio.

In caso di pannolino sporco di pupù, è possibile sciacquare in acqua fredda per togliere i residui prima di mettere il pannolino nel secchio.

Prima di mettere il pannolino nel secchio, assicurarsi di chiudere tutte le chiusure in velcro. Potete anche chiudere il pannolino o la cover nella misura più ampia e risvoltarlo.  Questo proteggerà il velcro ed allo stesso tempo eviterà che provochi danni agli altri pannolini. 

Se state utilizzando un sistema a due parti , non è necessario cambiare la cover ad ogni cambio ma solo se sarà bagnata o sporca, oppure alla fine della giornata/ al mattino dopo l’utilizzo di una notte.

Raccomandiamo di conservare i pannolini in attesa del lavaggio per un massimo di 2/3 giorni per evitare la formazione di muffe.         

L’ammoniaca contenuta nella pipì eviterà la proliferazione batterica. 

Non utilizzate aceto, bicarbonato di soda, agenti chimici sbiancanti ed igienizzanti, candeggina o smacchiatori perché possono corrodere il tessuto dei pannolini. 

Il bambù è una fibra molto delicata che si corrode a contatto con detergenti aggressivi. 

Non ad ogni lavaggio ma sporadicamente si può utilizzare il percarbonato di sodio, un igienizzante naturale che si attiva a temperature superiori a 40 gradi. Si può versare direttamente nel cestello della lavatrice oppure nella vaschetta.  Per bilanciare il Ph acido si deve utilizzare in quel lavaggio la soluzione di acido citrico. 

2- Caricare la lavatrice 

Ogni lavatrice ha una diversa capacità di carico, quindi non è possibile dare uno specifico numero di pannolini da lavare.

Una regola che però è bene seguire è quella di riempire il cestello della lavatrice a ¾ della sua capienza.

Se riempite il cestello al massimo, i pannolini non avranno abbastanza acqua per il lavaggio e non avranno lo spazio necessario per essere ben “agitati” all’interno della lavatrice.

Se ne mettete pochi, specialmente nelle lavatrici di ultima generazione, ci potrebbe essere uno sbilanciamento del carico e la lavatrice non gira/centrifuga in modo adeguato. 

Se non avete abbastanza pannolini per un carico, aggiungete altri capi che possano beneficiare di un ciclo lungo di lavaggio, ad esempio gli asciugamani, dopo il ciclo di risciacquo.

3- Ciclo di risciacquo

Prima del vero e proprio ciclo di lavaggio, avviate un ciclo di risciacquo a freddo senza detergente, non un ciclo breve di lavaggio. 

Le moderne lavatrici hanno impostazioni di risparmio dell’acqua e riutilizzano per il lavaggio l’acqua utilizzata per cicli brevi di prelavaggio, mentre solitamente l’acqua dei cicli di risciacquo viene eliminata completamente. 

I pannolini sporchi sono estremamente bagnati di pipì ed è opportuno che l’acqua di risciacquo non venga riutilizzata per il lavaggio.

Il ciclo di risciacquo elimina la pipì e i residui solidi.

4- Ciclo di lavaggio 

Avviate il ciclo più lungo di lavaggio della vostra lavatrice a 40 o 60 gradi. Non deve essere un ciclo di lavaggio breve perché state lavando capi impregnati di pipì che devono essere lavati e sciacquati a lungo. Se potete scegliere tra programma per cotone o sintetici, scegliete il cotone perché viene utilizzata più acqua durante il lavaggio. Se potete selezionare la funzione di “extra risciacquo”, utilizzatela perché le lavatrici di ultima generazione hanno impostazioni di risparmio dell’acqua. 

Sicuramente un’ottima cosa per il nomale bucato ma non indicata per lavare pannolini che contengono 500 ml di pipì ciascuno che necessitano di molta acqua per eliminare ogni residuo. 

Dovreste lavare a 60 gradi se:

- utilizzate le ecoballs per il lavaggio anziché un detergente

- avete due o più bambini che utilizzano gli stessi pannolini 

- il vostro bimbo è malato

- Petit Lulù raccomanda sempre il lavaggio a 60 gradi

Quanto detergente utilizzare ?

Generalmente si tende ad utilizzare una quantità eccessiva di detergente e a non effettuare regolarmente un ciclo di lavaggio a vuoto per eliminare i residui accumulati nella lavatrice.

L’utilizzo di una eccessiva quantità di detergente può portare ad accumulo dei residui nei tessuti causando sensibilità cutanea, danneggiamento del pannolino con conseguenti perdite, cattivi odori. Alla fine del lavaggio, i pannolini non devono avere odore. 

Se sentite l’odore del detergente, significa che ne state usando troppo.

Se fanno cattivo odore significa che avete utilizzato un ciclo di lavaggio troppo breve, con poca acqua, dose sbagliata di detersivo oppure che la vostra lavatrice necessita di un ciclo di lavaggio. 

Utilizzate 1/3 della dose consigliata di detergente.

Non utilizzate ammorbidente perché compromette l’assorbenza dei pannolini e degli inserti.

E’ invece consigliato utilizzare al posto dell’ammorbidente una soluzione di acido citrico diluita al 15% ( versare 150 gr di acido citrico nel contenitore e aggiungere acqua demineralizzata fino ad arrivare a 1000 gr e agitare bene finchè non si è sciolto). 

Oltre ad ammorbidire i capi svolge la funzione di sequestrante di eventuali tracce di residui di enzimi e residui di detersivo.

5- Asciugatura 

Una centrifuga a giri elevati riduce il tempo di asciugatura, fino a 1000 giri non danneggia i pannolini. 

Il miglior modo di asciugare i pannolini lavabili è stenderli all’aria aperta, con la parte macchiata rivolta verso il sole perché svolge una funzione naturalmente igienizzante e sbiancante. 

Se non è possibile, potete stenderli vicino al termosifone ma non a contatto.

Se si utilizza l’asciugatrice, selezionare un ciclo per lana o capi delicati e impostare la temperatura più bassa.

Gli aio, le cover in pul e i pocket non vanno in asciugatrice perché si rovina la membrana impermeabile. 

Condividi

Aggiungi un commento

 (con http://)

Nuovo Registro conti

Hai già un account?
Entra invece O Resetta la password